Quali sono le possibili soluzioni per un catering in sicurezza?

COME POSSIAMO CONTRASTARE LA PAURA DA COVID-19?

Le possibili soluzione per un catering in sicurezza

Di speculazioni, riguardo alle possibili nuove soluzioni per un catering in sicurezza, nel corso di questi mesi di chiusura dovuta al Covid, ce ne sono state parecchie. C’è chi ha parlato di un possibile collasso del settore del catering. C’è chi, invece, si è sempre dimostrato propositivo in vista di una possibile riapertura di cucine, bar e di una ripresa nell’organizzazione di eventi, senza prevedere assembramenti di alcun tipo, piuttosto con gruppi di 15 o 20 persone.

Il governo, prima di questa “Fase 2”, ha predisposto alcune misure per andare in contro alle difficoltà dei lavoratori del nostro Paese. Queste misure, tuttavia, non sono sufficienti a tenere a galla un settore talmente grande e ricco di personale.

Ci sono state aziende e realtà che si sono particolarmente attivate per far sentire la loro voce. La ANBC Genova il primo maggio ha sottoscritto la petizione #iosonoglieventi. Con questa petizione si chiede al Presidente del Consiglio di prestare attenzione al mondo del catering, settore particolarmente sofferente viste le restrizioni che riducono a zero la possibilità di aggregazione. È stato chiesto di aprirsi al dialogo, cercando di pervenire insieme a delle disposizioni che siano attente alla sicurezza degli italiani, senza le quali si potrebbe assistere al concreto fallimento del catering e degli eventi.

La verità, ahimè, è che oggi non possiamo ancora parlare di certezze per quanto riguarda le misure di sicurezza da adottare per il nostro settore.

Ma di una cosa noi di Max&Kitchen siamo sicuri: si può ripartire se si ha voglia di agire. Concediamoci opportunità, investendo in nuove idee e modificando il nostro modo di vedere le cose. La realtà è cambiata, e il nostro settore ha due possibilità: evolversi, restando al passo, o estinguersi, per paura di cambiare.

COME RI-ATTIVARCI?

La ri-programmazione seria e in sicurezza per il nostro settore è una possibilità concreta. Non possiamo più perdere tempo, dobbiamo attivarci per individuare le disposizioni migliori, attraverso l’attuazione di protocolli igienico-sanitari adatti al catering, che siano seri e responsabili. La sanificazione fisica degli ambienti è solo il primo passo verso una serie di altre misure che dobbiamo adottare per garantire un servizio sicuro ai nostri clienti, che solo così saranno pronti a riattivarsi insieme a noi.

“Quali sono le possibili soluzioni per un catering in sicurezza?”

“Si può ripartire, se si ha voglia di agire, modificando il nostro modo di vedere le cose”

Il delivery è certamente una possibile strada da intraprendere in questo nostro percorso di rinascita. Seppur molti lo identifichino più come un’alternativa valida per il settore del food e della ristorazione, la verità è che si tratta di una scelta perfetta anche per noi che ci occupiamo di catering ed eventi.

Il delivery può essere interpretato a modo nostro con soluzioni customizzabili a seconda delle richieste e delle occasioni, attraverso la composizione di Box personalizzate.

Ogni settore è composto da soggetti pensanti. Ora più che mai noi di Max&Kitchen abbiamo deciso che è proprio questo il momento di tirar fuori la nostra voglia di fare. La nostra passione, la nostra forza e, soprattutto, l’estro che da sempre ci caratterizza ci possono permettere di diventare leader non solo del settore, ma anche di emergere nonostante le difficoltà legate a questo momento di forte incertezza.

Per maggiori informazioni riguardo alle soluzioni adottate da noi di Max&Kitchen visita il nostro sito:

https://www.catering-banqueting-milano.com/pizza-yes-but-with-style/